Scopriamo come fare il Mirto

Cari lettori visto il crescere di molti piccoli homedisti per la produzione di distillati e liquori, oggi volevamo dedicare a loro una delle tante ricette per farsi a casa un buon Mirto !!! Tutto il materiale potrete trovarlo nel nostro punto vendita a Savona, ma ora vediamo di cosa si tratta…

Il mirto vero e proprio o mirto rosso secondo la preparazione che avviene in Sardegna e in Corsica si ottiene dalla macerazione alcolica delle bacche di mirto. A conferire al liquore il suo colore caratteristico sono gli antociani presenti nelle bacche. La preparazione casalinga del mirto richiede l’infusione alcolica delle bacche di mirto mature per macerazione il alcol etilico a 95°. Si aggiungono zucchero oppure zucchero e miele per poi passare all’imbottigliamento e alla maturazione del liquore

Esistono numerose ricette che indicano come preparare in casa il mirto. Ecco una delle possibilità. Per preparare il mirto vi serviranno:

600 grammi di bacche di mirto mature

1 litro di alcol alimentare a 95°C

500 grammi di zucchero

2 litri d’acqua

1 recipiente di vetro

Bottiglie di vetro scuro

.. e ora mettiamoci al lavoro !!

1) Procuratevi un recipiente di vetro capiente in cui potrete versare sia l’alcol che le bacche di mirto.images-1

2) Lavate le bacche di mirto e lasciatele asciugare per qualche giorno disponendole su alcuni vassoi e tenendole lontane dalla polvere.

3) Versate l’alcol e le bacche nel vostro recipiente di vetro. Potrete anche dividere alcol e bacche in più recipienti tenendo conto che l’alcol le deve sempre ricoprire completamente.

4) Lasciate riposare il mirto nell’alcol da un minimo di 15 a un massimo di 40 giorni in un luogo riparato dalla luce e dal calore, mescolando ogni due giorni.

5) Filtrate l’estratto di mirto ottenuto. E’ consigliabile  l’ utilizzo di appositi torchietti  si possono spremere le bacche per ottenere più estratto.

Torchiomediobianco-500x500

6) Preparate uno sciroppo con acqua e zucchero facendo sciogliere bene lo zucchero nell’acqua in un pentolino, mescolate di tanto in tanto. Unite a freddo lo sciroppo all’estratto alcolico di mirto e travasate il tutto in bottiglie di vetro scuro da 750 ml o da un litro. Alcune ricette invece dello zucchero utilizzano il miele.

7) Conservate le bottiglie di mirto al fresco e al buio per 1 o 2 mesi per permettere la maturazione del liquore. In caso di residui trascorso il tempo di riposo potrete filtrare il mirto con un colino e travasarlo in nuove bottiglie prima di assaggiarlo.

Con le dosi indicate otterrete circa 2,5 – 3 litri di mirto.

Consigli

E’ possibile modificare le quantità di acqua e di zucchero per rendere il liquore di mirto più adatto al vostro gusto, ricordandovi che se si possiede 1 litro di essenza (con alcool a 90°), unendovi 1 litro di sciroppo si dividerà la gradazione volumetrica dell’alcool per due, quindi si otterrà un liquore che avrà una gradazione di 45° circa. Aumentando la quantità di sciroppo, si otterrà quindi, una gradazione minore.

Curiosita

Il periodo migliore per fare il liquore di mirto è senza dubbio nel periodo invernale, infatti le bacche di mirto devono essere raccolte quando hanno raggiunto il loro inconfondibile colore nero e non sono ancora diventate troppo dure; ciò avviene da novembre a gennaio in dipendenza del clima e dell’esposizione dei cespugli di mirto.

images

Potrete trovare tutto l’ occorrente presso il nostro punto vendita www.tuttoperlacantina.com

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: